Blog

ACS LANCIA LA SFIDA… questo è il caso di dirlo!

Difesa-Personale_SAD International
Uncategorized

ACS LANCIA LA SFIDA… questo è il caso di dirlo!

ACS ha siglato l’accordo con IPDP, l’associazione professionale degli Istruttori di Difesa Personale. Dopo l’entrata in vigore della delibera n. 1574 del CONI che definisce la difesa personale un’attività professionale, ACS, Organismo di certificazione delle competenze accreditato ACCREDIA e primo organismo a controllo pubblico ha definito con IPDP i criteri e requisiti per la certificazione degli istruttori di Difesa Personale e che riguarda tre diversi livelli:

•            LIVELLO I – Istruttore in ambito civile

•            LIVELLO II – Istruttore di Tecniche Operative

•            LIVELLO III – Formatore

 L’Istruttore di Difesa personale (IDP) è il professionista che si distingue per la capacità di prevenzione dello scontro, sia per gli atteggiamenti corporei definiti “attivi”, sia per le capacità di analisi del contesto, sia per gli atteggiamenti psicologici.

Non è quindi l’istruttore di discipline marziali poiché la difesa della persona non si basa su regole di ingaggio o rispetto dell’avversario, in ambienti protetti e con le dovute accortezze di sicurezza che normalmente si adottano durante una competizione sportiva o agonistica.

L’IDP svolge anche attività di insegnamento di strategie di negoziazione, metodi e metodologie di comunicazione efficace.

Il professionista che ambisce ad essere certificato deve poter dimostrare la profonda conoscenza della norma giuridica di riferimento, una elevata abilità nell’ambito dell’insegnamento e rilevanti capacità tecniche, oltre che la volontà di rimanere sempre aggiornato, condizione necessaria per poter continuare ad esercitare la professione attraverso una certificazione da parte di ACS.

Al fine di perseguire la strada della professionalità e del riconoscimento nazionale, il professionista dovrà seguire un percorso erogato da una società di formazione – SAD international – specializzata nella formazione degli operatori di pronto intervento pubblico e privato e che ha ricevuto anche la qualificazione del percorso formativo da parte di ACS 

Leave your thought here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.